Psicoterapia

La Psicoterapia è un percorso di crescita e di cambiamento che aiuta il paziente a scoprire le cause del proprio disagio ed a trovare nuove risorse personali

CHE COS’E’ LA PSICOTERAPIA?

La PSICOTERAPIA è una specializzazione sanitaria riservata ai medici e agli psicologi, legalmente abilitati, iscritti ai rispettivi Ordini Professionali. Si consegue mediante un percorso formativo quadriennale post lauream presso Scuole di Specializzazione universitarie o presso Scuole di Specializzazione riconosciute ed autorizzate da una apposita commissione del Ministero dell’Università e della Ricerca (MIUR).

Esistono varie forme di Psicoterapia ma solo alcune e tra queste la TERAPIA COGNITIVA-COMPORTAMENTALE e l’E.M.D.R. (Desensibilizzazione e rielaborazione di situazioni traumatiche mediante i movimenti oculari) sono state sottoposte a sperimentazione scientifica. Attraverso studi rigorosi è stato possibile selezionare le metodologie più efficaci per la cura di numerose psicopatologie ed offrire quindi TRATTAMENTI PERSONALIZZATI.

DI CHE COSA SI OCCUPA LA PSICOTERAPIA?

La Psicoterapia è un percorso di crescita e di cambiamento che aiuta il paziente a scoprire le cause del proprio disagio ed a trovare nuove risorse personali per sciogliere i nodi che lo costringono ad una situazione di sofferenza.
Consente inoltre di affrontare le criticità attuali e i problemi che si presenteranno in futuro in maniera più positiva per una migliore qualità della vita.

CHI E’ E DI CHE COSA SI OCCUPA LO PSICOTERAPEUTA?

Lo Psicoterapeuta è lo specialista legalmente abilitato al trattamento e alla cura dei disturbi della psiche che riguardano la sfera delle emozioni, dei comportamenti e delle relazioni che vanno da un modesto disadattamento, fino a sintomatologie più gravi di natura nevrotica o psicotica.

QUANDO RIVOLGERSI ALLO SPECIALISTA PER UNA PSICOTERAPIA O PER UNA CONSULENZA?

L’intervento psicoterapeutico e di consulenza mira a favorire il recupero delle risorse presenti nell’individuo, nella coppia, nella famiglia, bloccate da situazioni di crisi.

Quando è consigliabile rivolgersi allo Psicoterapeuta?

  • quando di fronte ad uno stato di sofferenza o di disagio, si decide di prendersi cura della propria salute mentale come ci si prende cura della propria salute fisica.
  • quanto i sintomi legati ad ansia, paura, depressione, pensieri ossessivi, traumi, stress, sbalzi di umore, alimentazione incontrollata, aumentano di intensità e di frequenza.
  • quando convivere con i propri problemi, comincia a compromettere aspetti importanti della vita familiare, sociale e lavorativa.

Può essere utile rivolgersi allo psicoterapeuta anche solo per una consulenza a chi di fronte a problematiche di più lieve entità, ma significativamente importanti per chi le vive, voglia essere aiutato ad affrontare ostacoli che non riesce ad affrontare da solo come:

  • disagi emotivi dovuti a separazione, lutti, abbandoni;
  • conflitti relazionali familiari o lavorativi;
  • difficoltà dovute a cambiamenti di vita;
  • problematiche genitoriali o di coppia.

La consulenza, rispetto alla Psicoterapia necessita di un minore numero di sedute (1-3 al massimo). L’obiettivo è di delineare la problematica o le problematiche e di individuare le possibili soluzioni allo scopo di fornire all’utente una guida concreta perché possa gestire o risolvere in autonomia le proprie difficoltà.

COME SCEGLIERE UN BRAVO PSICOTERAPEUTA?

I motivi che spingono una persona a chiedere aiuto psicologico possono essere diversi.
Si può cercare una cura per alleviare disturbi psicopatologici gravi ma anche per risolvere situazioni di disagio, ansia o depressione più lievi, oppure per risolvere problemi di coppia, familiari o lavorativi.

Il primo passo da fare, per chi decida di contattare uno specialista, è quello di raccogliere alcuni nominativi su consiglio del Medico di Base o su consiglio di parenti o amici oppure può affidarsi al web ed iniziare una ricerca su internet.
Su internet è possibile trovare un gran numero di siti di professionisti che, a prescindere dal loro orientamento e dalle differenze metodologiche, si occupano della salute mentale e del benessere delle persone.

COME ORIENTARSI PER FARE LA SCELTA GIUSTA?

Nella ricerca del terapeuta più affidabile è utile accertarsi che sia legalmente abilitato all’esercizio della Psicoterapia e che sia iscritto all’Albo Professionale della propria Regione (l’indicazione del numero progressivo può facilitarne la ricerca).

Altrettanto utile è selezionare quei professionisti che indicano con chiarezza nel loro profilo i disturbi di cui si occupano, i tipi di terapia e le metodologie che utilizza perché questo può fare la differenza: è consigliabile orientarsi verso quei tipi di terapia come la terapia cognitivo comportamentale e l’E.M.D.R. (Desensibilizzazione e rielaborazione di situazioni traumatiche mediante i movimenti oculari) che sono state sottoposte a Sperimentazione Scientifica e che per questo offrono maggiori garanzie di validità.


Molto importante è analizzare il PROFILO PROFESSIONALE e FORMATIVO.
Sulla base delle informazioni curriculari, sarà possibile formarsi una prima idea di quali professionisti abbiano maggiore padronanza dei metodi di cura e siano più rispondenti ai propri obiettivi e alle proprie necessità.


La Psicoterapia infatti, risulterà tanto più efficace nel risolvere le singole difficoltà dei singoli pazienti, quanto più lo specialista a cui si rivolgono, abbia alle spalle una lunga esperienza professionale (nel privato o nelle istituzioni pubbliche) e sia in possesso di una pluralità di competenze (specializzazioni e corsi di aggiornamento, ecc.) che gli consentono di scegliere e di utilizzare, tra le diverse tecniche e metodologie a disposizione, le strategie più indicate per rispondere alle diverse esigenze e tipologie di disturbi.


Dopo aver scelto, dal confronto dei siti internet analizzati, un possibile terapeuta, non resta che prendere un appuntamento per una valutazione psicodiagnostica o per una consulenza.


Avere la sensazione fin dal primo incontro, di essere ben accolti, ascoltati, capiti, senza preconcetti e soprattutto non giudicati, può essere un buon punto di partenza.


Il primo incontro consentirà di esprimere i propri bisogni, le proprie difficoltà, le proprie aspettative e definiti gli obiettivi e le metodologie che possono essere utilizzate per raggiungerli.
Verranno indicati anche i tempi e i costi.


I COSTI sono un elemento di cui tener conto nella scelta del terapeuta e dovrebbero essere proporzionali alla professionalità dello specialista ed ai benefici che si ottengono con il minor numero di sedute, quindi “Non sempre minori costi sono equivalenti a maggiori benefici”.
Inoltre è bene ricordare che sia la prima visita che la Psicoterapia che le Consulenze essendo prestazioni sanitarie, sono detraibili.